contatore free Flavia Rossi – Archivio FMF

Flavia Rossi

Roma, 1989

E’ un’artista e fotografa che vive a Roma. Le sue fotografie sono state definite dall’artista Rosa Catalano delle “finestre sull’anima”: rappresentano e parlano del mondo esterno, dall’interno.
Prende ispirazione da ciò che la circonda e da tutte le forme d’arte: spesso lo stimolo per iniziare un progetto non è prettamente fotografico o in generale visivo. Nel corso degli anni si circonda di immagini ricorrenti, provenienti dalla letteratura, dalla pittura, dalla musica e dall’architettura e che hanno iniziato ad accompagnarla, a posarsi in modo leggero sopra le lenti degli occhiali che non porta.

Si laurea in architettura presso l’Università La Sapienza di Roma con il prof. Stefano Catucci e una tesi in Estetica sulle modificazioni istantanee del paesaggio e il ruolo della fotografia d’autore nello studio critico del paesaggio e di tali avvenimenti. Nello stesso anno è ammessa al Master IUAV in Fotografia in collaborazione con la Fondazione Francesco Fabbri, dove consegue il titolo con la votazione di 110 e lode.

E’ tra le “30 Under 30 Women Photographers” selezionate da Artpil + Photo Boite per il 2018 e finalista al concorso Emerging Talents 2017. Vince il Premio Aldo Nascimben per la Fotografia organizzato dal F.A.S.T. di Treviso ed è attualmente iscritta al Master “Libro” presso D.O.O.R. a Roma.

Il suo libro auto prodotto “Così nello sfavillio di un momento”, realizzato nel 2017, è in vendita a Roma presso la libreria Leporello e il concept store La Stanza (Studio Pivot), e a Milano presso Spazio Gamma e Foto Gang. Qui è stato presentato insieme a Giorgio Barrera e precedentemente presso i seguenti festival: Funzilla – Rome Photozine Festival con Novella Oliana, Scanner Festival con Chiara Capodici e Maurizio Ceccato e Gazebook – Sicily Photobook Festival con Filippo Romano.
Il libro è inoltre tra le fanzine selezionate per l’edizione 2018 del festival Castelnuovo Fotografia.
Rilascia un’intervista per la rivista “Il Fotografo” n. 296: “La geografia personale di Flavia Rossi. La vita, il tempo e la storia per un atlante delle emozioni”. E’ la fotografa ufficiale del “Centro Studi Giorgio Muratore. Osservatorio sull’architettura” e, dal 2016, dell’architetto Susanna Nobili. Inoltra lavora come fotografa di scena per alcuni spettacoli teatrali a Roma.
Tra il 2016 e il 2017 frequenta un tirocinio presso l’ICCD di Roma. Nel 2016 è tra gli artisti selezionati per la residenza artistica “Manufatto in Situ 10. La carta sonora degli orti di San Pietro / 2”, a cura di ViaIndustriae e per il progetto “Arcipelago” a cura di Ikonemi. Dal 2014 collabora al progetto “Il Contrafforte”.

Tra gli altri corsi e workshop frequentati: “Insulae” con Hans – Christian Schink, a cura di Landscape Stories, “Brave New World” con Milo Montelli e Alessandro Calabrese, “Contemporaneamente immagini e parole” con Sabrina Ragucci a cura di Linea di Confine per la Fotografia Contemporanea, “Fotografie per un’esposizione” con Alessandra Mauro (Contrasto) e diversi laboratori sulle Arti Visive a cura di Maurizio Giovanni De Bonis. Inoltre nel 2014-2015 coordina il gruppo di lavoro “Museo dell’istante” per Officine Fotografiche Roma.

Nel 2016 espone nei festival di FotoLeggendo, Fotografia Europea, F4- Un’idea di fotografia, Rosignano Foto Festival e per la Biennale di Architettura di Venezia  presso lo Spazio Thetis. Nel 2017  all’interno di “Manufatto in Situ 10 Paesaggi” presso il CIAC di Foligno.


Progetti in archivio: