Dalla mia finestra guardo e vedo

QUELLO CHE I MILANESI VEDONO DALLA FINESTRA DI CASA

A CURA DI
ROBERTO MUTTI 

 

5-19 giugno 2014
URBAN CENTER
Galleria Vittorio Emanuele II – Milano

 

Milano, nell’immaginario collettivo, è rappresentata da numerosi simboli che ormai la identificano universalmente: il Duomo, la Scala, il Castello Sforzesco sono solo alcune delle mete che ogni giorno migliaia di turisti visitano. Esiste, però, una Milano molto particolare, anzi unica: quella che ogni Milanese può vedere dalla finestra della propria abitazione. Paesaggi che condizionano gli umori, sprigionano fantasie, ricordano eventi o semplicemente catturano l’attenzione per un qualcosa che si sta svolgendo, ma soprattutto rappresentano la Milano che si dovrebbe conoscere nei minimi dettagli perché ogni giorno inconsciamente viene monitorata. Non a caso nel titolo del progetto sono state usate le parole, in apparenza simili, guardo e vedo. Guardare, infatti, non presuppone che si riesca anche a vedere e con ogni probabilità è esattamente quello che ogni giorno accade ad ognuno di noi quando si indirizza lo sguardo oltre la finestra: semplicemente guardiamo. L’obbiettivo, quindi, è quello di indicare allo spettatore un percorso ideale che dal guardare iniziale, lo porti fino al traguardo del vedere tutto quello che è visibile davanti alla propria finestra attraverso l’invito a soffermare lo sguardo e trascrivere le proprie sensazioni in un breve pensiero. Un work in progress ambizioso volto a conoscere ciò che gli abitanti percepiscono della propria città, condiviso con quanti hanno aderito e quanti vorranno aderire. L’evento, ospitato per quindici giorni all’interno dell’Urban Center, entrerà a far parte del nutrito calendario di appuntamenti che annualmente il Photofestival organizza a Milano e sarà uno spaccato reale del tessuto urbano milanese.

GUARDA IL VIDEO